“Dedicato a tutti coloro che devono camminare”: questa la frase che Salvatore Ferragamo ha scelto come introduzione della sua autobiografia. E di strada, il giovane calzolaio emigrato dal sud e diventato lo stilista più amato dalle dive di tutto il mondo, ne ha fatta davvero tanta. Per questo oggi viene giustamente riscoperto e celebrato.

Prima con il progetto Trivia, che grazie a immagini, racconti e piccoli quiz ha consentito al pubblico dei social di conoscere le tappe fondamentali della vita del grande stilista e imprenditore. Poi la scelta dello strumento podcast per raccontare i ventidue capitoli della sua biografia “Il calzolaio dei sogni”, pubblicata per la prima volta a Londra nel 1957.

Grazie alla voce prestata da amici della maison, attori italiani  e stranieri, opinion leader, scrittori e giornalisti, l’incredibile parabola di Ferragamo potrà così rivivere e affascinare anche le nuove generazioni attraverso le piattaforme di Spotify, SoundCloud e AppleITunes.

Nato nel 1898 a Bonito, in provincia di Avellino, Ferragamo aprì un piccolo negozio di calzolaio a Napoli. Poi nel 1914 la scelta di partire prima per Boston e poi per la California: a Holliwood si mise a disegnare calzature per le grandi produzioni cinematografiche, grazie alle quali divenne presto famoso come “il calzolaio delle star”. Una volta tornato in Italia, nel 1927, crea a Firenze il marchio Ferragamo, dedicandosi in particolare alla sperimentazione e all’innovazione tecnica, che caratterizzano i suoi prodotti come dei veri e propri capolavori di arte e design.

Una storia leggendaria che merita di essere valorizzata e tramandata: ecco perché Electa ha scelto di ripubblicare “Il calzolaio dei sogni” con una nuova veste grafica, mentre il giovane regista Luca Guadagnino ha realizzato un documentario presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia, dal titolo “The Shoemaker of Dreams”. Il mito continua.

 

 

 

Menu